Italian English French German
×

Notice

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: media/k2/galleries/122

Info Minori

Mercoledì, 02 Dicembre 2015 12:40 Scritto da 
Vota questo articolo
(7 Voti)

 

 

 

Nella insenatura più profonda della costiera amalfitana, tra Amalfi e Capo d'Orso, si trova Minori. I Romani chiamavano Reginna Minor il torrente che sfociava in questa insenatura. Con quel nome venne chiamato anche il paese sorto sulla sua foce, con la successiva caduta del nome Reginna divenuto nel tempo non più distintivo. Il primo insediamento di Minori fu una Villa Romana della prima età imperiale, di cui sono oggi visibili i resti scoperti nel 1932 ma risseppelliti dall'alluvione del 1954 e riportati alla luce con nuovi scavi. La villa è molto importante perchè è l'unica rimasta delle numerose ville romane costruite in costiera e testimoniate dalle fonti, e quindi permette sia di confermare la veridicità di queste fonti sia di valutare la struttura e lo stile di queste costruzioni. La Villa di Minori si estendeva fino al mare per 2500 metri quadrati e di essa restano visibili alcuni ambienti del pianterreno, tra cui le terme con un mosaico pavimentale, il cortile porticato con una vasca al centro e alcuni ambienti accessori.

Nel Medioevo Minori fece parte della Repubblica di Amalfi, ospitandone gli arsenali e specializzandosi quindi nella produzione dei cantieri navali. Fedele alleata di Amalfi, Minori ne condivise il successo e la decadenza e fu duramente provata dai saccheggi dei Pisani e dalla conquista normanna, che posero fine al periodo aureo della repubblica. Passata sotto la giurisdizione del Regno di Napoli, riuscì comunque a ritagliarsi un proprio spazio riconvertendo rapidamente la propria economia e dedicandosi ad alcune attività manufatturiere (come la produzione della carta, la concia delle pelli, la pasta) e al commercio degli agrumi, tutte attività legate all'abbondanza d'acqua assicurata dal torrente Reginuolo (nome italiano del Reginna). Questo benessere è testimoniato da molti edifici religiosi e civili presenti nel centro di Minori.

Vicino al lungomare sorge la basilica di Santa Trofimena, di impianto medievale romanico tuttavia completamente stravolto da ristrutturazioni successive. Al suo interno un pulpito di marmo del XVIII secolo e le reliquie della Santa conservate in un urna di alabastro, che la tradizione vuole giunte miracolosamente qui dal mare. La caratteristica festa di Santa Trofimena, molto venerata in tutta la Costiera, si tiene il 13 Luglio. La bella spiaggia di Minori occupa tutta la piccola baia tra il promontorio che la divide da Maiori (tutto coltivato a terrazze con viti e agrumi) e la punta opposta, interamente coperta dalle case e dai palazzi signorili del vecchio borgo marinaro, con alcune torri fortificate sul mare.

Letto 4754 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Gennaio 2016 07:38

Galleria immagini

{gallery}122{/gallery}
Altro in questa categoria: « Camere Prezzi »